ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

cilluffo

GIOVANNI CILLUFFO

 

Scheda ITA
Scheda ENG
Link

Giovanni Cilluffo inizia la sua attività artistica a Palermo seguendo i laboratori Contro/Azione con docenti di fama internazionale, partecipando alle performance del Living Theatre. Continua i suoi studi in Italia e Germania, studia danza classica con Luciana De Fanti, A. Dimitrova e contemporanea con i maestri A. Calvos, R. Alvares della compagnia di Pina Bausch, Carolin Carlson, S. Beltrami, Micha Van Hoeche e altri celebri maestri. Frequenta l’Accademia Attori e Tecnici diretta dal regista Gianni De Luigi, segue corsi di perfezionamento a Ferrara con il maestro Grotowski, e a Ravenna con L. Kemp.
Dal 1982 al 1989 segue corsi di contact presso la Tanz Fabrik di Berlino, frequenta corsi di Danza- terapia e Musicoterapia al centro studi di Assisi. Segue il corso di Teatro Terapia a Chambery in Francia.
Nel 1979, trasferitosi a Venezia lavora con la compagnia “Il Corpo e la Mente” diretta da L. De Fanti con coreografie di U. Manani, nello spettacolo “Panottico” che viene rappresentato in diverse piazze del Veneto.
Nel 1982 – 83 forma il Laboratorio Teacido a Venezia, dove sperimenta un lavoro di teatro totale e nuovi linguaggi della danza. Propone diverse performance di ricerca e d’Appartamento con la regia di Fernanda Capodieci e di Giuseppe Madonia. Oltre a toccare diverse piazze Venete, le performance vengono rappresentate al Centro Culturale “Le Fleur du Mal” a Siracusa.
Nel 1984 debutta con il suo primo spettacolo “Spazi Infiniti” ideazione di Giuseppe Madonia, coreografie di Giovanni Cilluffo e Fernanda Capodieci. Lo spettacolo viene presentato a Venezia, Mira, Scicli RG, Lentini SR, Agrigento, Caltanissetta, Vittoria (RG).
Tiene seminari di Teatro Danza presso il Centro Sportivo UISP di Scicli RG presentando lo performance “Stazione” con la partecipazione degli allievi del corso. A Modica (RG) tiene un seminario di Teatrodanza presso il Centro Danza e presenta la performance “Canto di Donne”.Presso il teatro Comunale di Vittoria (RG), organizza un Laboratorio di Danza, organizza in collaborazione con il Comune la rassegna estiva di Scoglitti, presentando lo spettacolo “Arrivano dal Mare” con i ragazzi del luogo.
Nel 1985 si trasferisce in Danimarca dove insegna danza contemporanea per i ballerini del teatro di Silkebourg, realizzando la coreografia: “Perdutamente il mare” e lo spettacolo d’appartamento “ Cuori Strappati”.
Nel 1986 tornato in Italia presenta lo spettacolo “Bianco Rosso Verde” regia di Fernanda Capodieci con tappe a Venezia, Modica (RG) e Siracusa.
Nel 1987 partecipa a Viaggio in Italia con lo spettacolo “Dalle 15 in poi…” toccando le piazze di Roma, Treviso, Brescia, Venezia, Matera, S. Anna Resi (CA), Amburgo (Germania), Coopenaghen e Silkerbourg (Danimarca); questo spettacolo in seguito, rappresenterà il Veneto nella sezione teatrodanza nell’ambito della manifestazione Parcoscenico. Sempre nell’87 apre con la compagnia la sede del TeatrØssero, assumendo il ruolo di direttore artistico, che diventerà centro culturale permanente di ricerca. Qui organizza diverse manifestazioni artistiche di teatro, musica, danza, arte, cinema, convegni e dibattiti sul teatro.
Nel 1988 produce lo spettacolo: “Parco” viene rap- presentato a Treviso, Pordenone, Udine, Venezia, Vittoria (RG), Palermo, Lamezia Terme.
Tra il 1989 e il 1992 lavora presso il Teatro Comunale di Treviso, come danzatore e mimo in diverse opere teatrali, sotto la direzione dei registi, Bosio, De Ana, Trevisan, Lo Jodice. Entra a far parte della Compagnia Florian di Pescara nell’opera “Kazak” come attore e danzatore protagonista, per la regia di Montesano. A Pescara tiene un seminario di teatro danza dal quale scaturisce la produzione dello spettacolo “Animali Feriti” con la regia di Giuseppe Madonia, “Poesia Sonora” di Giamapola Marongiu.
Con MediaScena e Pentagono di Roma partecipa, con la sua Compagnia, a diverse rassegne italiane e straniere presentando i suoi lavori: “L’Odore del vino” Treviso, Salerno, Roma, Pescara, Taranto,”I Silenzi di Giovanni” Treviso, Cesenatico,Pescara, ”Le ragioni del cuore” Palermo,Treviso, Brescia, Milano, Venezia, Benevento. Montebelluna. Chiamato dal Comune di Nervesa della Battaglia (TV) crea un centro di Cultura Teatrale per i giovani di Nervesa, in collaborazione con il Centro Giovani dove realizza, oltre a manifestazioni culturali, gli spettacoli con il gruppo Nervesa Teatro “Nozze di Sangue” di F. G. Lorca; riscrive in chiave di Musical il testo “Il Profeta”di Gibran. Tiene un laboratorio di teatro presso la Casa Circondariale di Treviso, realizzando lo spettacolo “ La Maschera Bianca” di Mishima.
Nel 1995 fonda i Cantieri Associati Culturali Diffusione Danza e Teatro, che produce la Compagnia di danza Kalsa. Inizia la sua collaborazione artistica con la Fondazione Villa Benzi Zecchini di Caerano di San Marco (TV).
Nello stesso anno è socio fondatore dei Teatri Invisibili, struttura nazionale che associa tutti i gruppi di teatro italiani autogestiti, in collaborazione con l’E.T.I.
Nel 1996 entra a far parte del Teatrocinque di Milano, come protagonista nelle loro produzioni, coreografo della compagnia e insegnante per la formazione del centro professionale per attori di teatro e cinema.
Nel 1999 organizza per il Comune di Nervesa come direttore artistico, le manifestazioni Nervesa d’inverno ed Eventi in Abbazia Flussi Mediterranei, spettacoli con compagnie italiane e straniere come Chapitò di Lisbona, la Compagnia di Canto Popolare, il Gruppo Musicale della Croazia, Eugenio Bennato, Gruppo Percussioni del Marocco, Marco Paolini, ecc…
Nel 2000 lavora alla nuova produzione del Teatrocinque di Milano con il titolo “Domani” per la regia di Alessandro Del Bianco. Stagione Milano e Torino e Roma.
Divenuto direttore del Centro Studi Attori formazione per attori e danzatori, presso la Fondazione Villa Benzi, porta in scena lo spettacolo di teatrodanza “Il Mirto e la rosa, canto per Federico Garcia Lorca”, realizza lo spettacolo “Sacred Hymns” prodotto dalla Fondazione Villa Benzi all’interno della manifestazione internazionale “Le Vie Dell’Oro” con le scenografie di Bruno Gripari. Crea lo spettacolo multimediale “Comete”, “ La Costellazione del Cane” sulla peste a Palermo con musiche di Giovanni Sollima.
Nel 2001 Porta in scena lo spettacolo “Le Baccanti”, per la regia di Alessandro Del Bianco, partecipa come solista con performance a vernissage di artisti di arti visive internazionali.
Nel 2002 lavora come coreografo nell’evento nazionale “Belle Epoque” (Erike Satie) ideazione di Mirko Sernagiotto e Manuela Cananzi. È primo classificato, con ll brano “Magnificat”, sezione contemporaneo al concorso coreografico nazionale indetto dalla Federazione Italiana Danza. Realizza lo spettacolo di teatrodanza “ La Camera Bianca” con musiche di Giovanni Sollima e la partecipazione del contraltista Matteo Gobbo.
Crea le coreografie per la manifestazione “BiancoErotico Nero” su musiche dal vivo del repertorio di Marlene Dietrich cantate dal contraltista Matteo Gobbo.

Nel 2003 – 04 realizza le coreografie per il secondo evento nazionale “Belle Epoque” viaggio nella rivista italiana, tedesca e francese. Primo classificato con ll brano “In Fondo Al Mare” sezione contemporaneo, al concorso coreografico nazionale indetto dalla Federazione Italiana Danza.
Porta in scena “Jenin…Pianterò una pietra” tratto dal libro Jenin un campo palestinese di Tahar ben Jelloun. Presenta nella rassegna ”Contemporaneo Danza di Frontiera” la performance Metamorfosi del silenzio, accompagnato dal contraltista Matteo Gobbo.
Nel 2005 – 06 lavora presso il Comune di Volpago (TV) e il Comune di Giavera del Montello (TV) , per la realizzazione di un progetto sulla memoria “Sentieri della Memoria” che comprende attori dai 5 ai 90 anni, realizzato con canti e testimonianze. Con la Compagnia Zendale produce il musical “L’Altra Cenerentola” di Tony Cucchiara, e lo spet- tacolo “Mio Nonno Raccontava” con il Coro Voci del Montello con i testi di Norma Follina. Con la Compagnia Geni@ttori produce il musical “GianBurrasca”.
Viene invitato dall’organizzazione Tusa NeroSuBianco, come regista dell’Evento produce due spettacoli “Il Mare” e “Juornu Binidittu” con la partecipazione di attori professionisti e ragazzi del luogo.
Nel 2007 per la Compagnia Kalsa crea e dirige “Costanza D’Altavilla la Normanna” tratto dal libro “Il salice e la betulla” di Clelia Catanzaro, con la Compagnia Geni@ttori realizza lo spettacolo “Benedetto fra le donne” di Ettore Petrolini e “La Passione secondo Maria” rappresentazione sacra. Lavora con il Centro Anziani di Crocetta del Montello. È direttore di Tusa NeroSuBianco (ME), presenta la sua produzione “Costanza D’Altavilla la Normanna”.
Nel 2008 prosegue il progetto per il Comune di Volpago “Incontri Ravvicinati Fra Generazioni”, mentre dirige per il Comune di Crocetta il progetto “Raccontami” fatti di gente comune, progetto annuale. Per Zendale Teatro di Volpago mette in scena “Valentino’s Tango” per Compagnia Geni@ttori lo spettacolo. “Quattro chiacchere in cortile”. Progetta e organizza per il Comune di Volpago del Montello la manifestazione: Cibo ierioggidomani… alimenta il tuo benessere; rassegna di concerti di Natale dal titolo: El Bon Nadal, Sior e Siore in collaborazione Comune di Volpago, Comune di Crocetta del Montello, Comune Casale sul Sile.
Nel 2009 la sua nuova produzione teatrale con la Compagnia Kalsa “Mutti, mia madre una kapò” è finalista al concorso nazionale di Valenzano (BA). Realizza Yerma in co-produzione con il Comune di Giavera del Montello. Organizza la rassegna “Amore… Follia. Storie di donne” per il Comune di Giavera del Montello Assessorato alla Cultura..
Nel 2010 presenta lo spettacolo con la Kalsa Compagnia “174517” il tempo della memoria. Coordinatore e fondatore del Consorzio Culturale Giavera per il Comune di Giavera del Montello. L’ultima Produzione è Clitennestra Reve. È ideatore della rassegna MMX Teatro per la Fondazione Villa Benzi Zecchini.
Nel 2011 è direttore artistico delle attività culturali presso la Villa Wassermann per il Comune di Giavera del Montello TV. Realizza il cortometraggio come regista da un idea di Vera Manolli “Figli Negati” con il patrocinio del Comune di di Giavera del Montello e Asolo ArtFilmFestival, dove partecipa fuori concorso per l’edizione 2011. Realizza lo spettacolo per Kalsa Compagnia: “Donne telefono & fornelli, uomini nel cassetto” testo di Emanuela dal Pozzo interprete l’attrice Erika Favretto.
Per Zendale Teatro porta in scena lo spettacolo: “Sposi Promessi” commedia musicale ispirata ai Promessi Sposi di Alessandro Manzoni. Porta in giro la performance “L’alma del Tango” azione clandestine in lbrerie , piazze, supermercati, negozi .
La sua attività didattica e teatrale è costante nel tempo. Tiene stage permanenti che si articolano sulla formula del laboratorio che prevede sia lo studio della tecnica che lo sviluppo della composizione coreografica-teatrale, attraverso l’improvvisazione per giungere al compimento del gesto creativo.
Attualmente tiene corsi di danza contemporanea e laboratori teatrali presso le Scuole Pubbliche e il Centro Studi Attore, laboratorio di formazione professionale per attori a Volpago (TV), il Centro AttoridelTeatrocinquediMilano, l’IstitutoSuperiore dell’Arte della Danza e Coreutica di Verona di cui è anche vice-direttore.
Tiene stage di danza contemporanea presso l’Accademia Nazionale di Danza di Kazan Russia, conduce il seminario di storia del teatro e danza presso l’Università di Vilnus Lituania facoltà di filologia e Storia della danza presso l’Università Terza Età di Verona.
Firma regie per altri gruppi di teatro e danza. Per le sue produzioni si avvale, da sempre, della collaborazione di musicisti, scultori-pittori, cantanti lirici.

Giovanni Cilluffo
a former contemporary dancer, founded his first theatre group in 1982. Since then he worked, pro- duced and took part to a wide project of dance- theatre where he involves actors (both profession- al and non-professional), musicians, lyric singers, painters and sculptors. His last project, the man- agement and foundation of the Cultural Centre Villa Wassermann in Giavera del Montello (TV) is the premise for further interesting projects.

Se vuoi aggiungerti a Veneto Factory o suggerire delle modifiche a questa pagina clicca qui

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
show
 
close