ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

alberto_muffato_1

ARTEMOLTOBUFFA

 

Scheda ITA
Link

Alberto Muffato inizia a scrivere canzoni nel 2002, dopo aver acquistato un vecchio registratore su musicassetta a 4 piste.
Grazie alle prime registrazioni domestiche raccolte nel CD-R autoprodotto “Nel Bambù”, nel 2003 è selezionato tra i tre finalisti del concorso “Progetto Demo” indetto da Rai Radio1.
Nello stesso anno inizia a impiegare il moniker artemoltobuffa, dall’anagramma del suo nome, e pubblica “Cocomeri? Split”, ep d’esordio registrato con la formazione romana Carpacho! per l’etichetta aiuola dischi. Per la stessa label nel 2004 appare il primo album “Stanotte/Stamattina”, prodotto da Matteo Cantaluppi nello studio Jungle Sound di Milano.
Il disco, cui collaborano Massimiliano Bredariol (alla batteria e alle chitarre elettriche) ed Emiliano Pasquazzo (al basso), conosce un immediato successo di critica e permette l’avvio di un’intensa attività di concerti in tutta Italia. Oltre a essere invitato al Tora!Tora! di Manuel Agnelli, Muffato condivide il palco con alcune delle più importanti formazioni della scena indipendente italiana (Mariposa, Zen Circus, Perturbazione, Non voglio che Clara, Northpole, Jennifer Gentle). Nel frattempo sono entrati in formazione Alberto Montesarchio (alle tastiere) e Gianluca Cucco (alla batteria).
Nel 2007, sempre per i tipi di aiuola dischi e sotto la guida del compagno di etichetta Fabio De Min (leader dei Non voglio che Clara), pubblica il secondo album “L’aria misteriosa”, che lo accredita come una delle figure di riferimento nell’àmbito della musica d’autore indipendente.
In questi anni in cui l’attività dal vivo subisce un rallentamento, Muffato è impegnato come ricercatore universitario allo IUAV di Venezia, dove si occupa di architettura del novecento.
All’inizio degli anni dieci, abbandonata l’attività accademica per la professione dell’architetto, Alberto riprende a scrivere e registrare canzoni.

Nel 2014 appare il terzo disco “Las Vegas nel bosco”, prodotto e registrato ancora da Fabio De Min. Il disco è presentato dal vivo assieme a Matteo Visigalli e Igor De Paoli (entrambi già sessione ritmica dei Non voglio che Clara).
Il video ufficiale della title track, girato e diretto dal collettivo fiorentino Blanket Studio, è pubblicato nell’aprile 2016

Se vuoi aggiungerti a Veneto Factory o suggerire delle modifiche a questa pagina clicca qui

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
show
 
close